Olive fresche fritte – per chi non teme l’amaro

Assaggiare per la prima volta un’oliva taggiasca direttamente dall’albero è un’esperienza. Le sensazioni di amaro e astringente vi accompagneranno tutta la giornata.
C’è però una ricetta antica che mitiga l’amaro, aggiungendo vari gusti e aromi (piccante, salato, abbrustolito…). La faceva mia nonna Lidia, classe 1909.
Di grande semplicità, ha il solo difetto di essere totalmente stagionale: va fatta con le olive fresche appena raccolte dall’albero.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Ecco gli ingredienti, in breve:

  • Olive (magari Taggiasche)
  • Olio extravergine di oliva taggiasca (magari il nostro!)
  • Sale grosso
  • Aglio (magari quello di Vessalico!)
  • Peperoncino
  • Timo

I trucchi:
L’aglio va utilizzato schiacciato con la sua pelle. Le olive vanno lasciate ferme qualche secondo col fuoco ben alto per lasciarle abbrustolire leggermente prima di girarle.
Il risultato della ricetta, le olive Taggiasche fritte, è privo di compromessi: amore o odio.
Provare per credere!
-Nicola


Il tuo carrello

Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio


Ci autorizzi ad inviarti offerte e informazioni

Trascrivi
captcha
in questo riquadro

Selezionando il pulsante "Invia" dichiari di aver letto e accettato i termini del servizio in riferimento alla legge sulla privacy 196/2003

Presidio Slow Food dell'Olio Extra Vergine Italiano
Tèra de Prie Grande Olio Slow Guida agli Extravergini 2019 Slow Food
Tera de prie Gold Biol 2019_300x
Tèra de Prie Gran Menzione Orciolo d'Oro
Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Qui puoi leggere la nostra Privacy e Cookie Policy. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi