L’infinito ingegno dei Liguri con le pietre

Più la montagna era ripida, più l’acqua scorreva rapida, più affioravano le rocce e meno spazio c’era per coltivare.
Accadeva così che l’ingegno dei vecchi di Liguria si affinasse, portandoli ad ideare soluzioni architettoniche veramente curiose e sorprendenti.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Dai canali idrici nascosti nei muri a secco agli archi tra le rocce…con un solo materiale a disposizione: pietre raccolte e spaccate in loco.
Non è un caso se l’olivicoltura ligure è detta “eroica”.
Nicola
muri a secco in Liguria

Taggato con: ,