FAQ

Qui trovi le risposte alle domande più frequenti che ci vengono poste. Se hai una domanda nuova, non esitare a scriverci in modo da poter rendere questa pagina sempre più esaustiva.

Q: Come vi difendete dalla mosca olearia?
R: In agosto abbiamo deciso di utilizzare il caolino, una roccia clastica della famiglia delle…continua a leggere

Q: Perché nella salamoia c’è l’acido lattico?
R: Messa in sicurezza la salamoia, sigillato il fusto, nei mesi seguenti si innesta il naturale processo di fermentazione lattica: dai pochi zuccheri presenti si produce una modesta quantità acido lattico che…continua a leggere

Q: Come si leggono le vostre analisi chimiche e organolettiche?
R: Per fregiarsi dell’appellativo “Extravergine” un olio di oliva deve -per legge- rispettare precisi parametri chimici ed organolettici. Come l’acidità -che non si può percepire

Q: Quanti anni hanno i vostri olivi?
R: Quando il fusto principale inizia a mostrare i segni del tempo, si alleva un nuovo pollone e il vecchio albero viene tagliato alla…continua a leggere

Q: Perché non avete il marchio DOP?
R: Questa la rispondiamo qui al volo: sebbene i nostri oliveti siano iscritti alla DOP così come il nostro frantoio, il disciplinare non prevede la ceramica come contenitore ma solo il vetro. Preferiamo garantire il buio assoluto al nostro olio.

Q: Il vostro olio pizzica?
R: Speriamo di sì! Vuol dire che è ricco di polifenoli antiossidanti che fanno bene e preservano l’olio.

Q: Come si conserva l’olio?
R: Il principale nemico dell’olio è l’ossidazione. Con tre semplici accorgimenti manterremo a lungo le qualità tanto apprezzate…continua a leggere

Il tuo Carrello

In vetrina

Contatta l’Azienda Agricola

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Trascrivi questo nel campo seguente
captcha


Ci autorizzi ad inviarti offerte e informazioni

Selezionando il pulsante "Invia" dichiari di aver letto e accettato i termini del servizio in riferimento alla legge sulla privacy 196/2003