Archivi del Blog

Giro virtuale nella Cappella

Per farvi camminare tra alberi e muretti a secco che si susseguono sulle ripide colline, sto creando un percorso virtuale con le foto sferiche di Google. Lo aggiorno ogni volta che ho un minuto: mi fermo, faccio la foto e la pubblico su Google Maps. Può capitare così che in una foto gli alberi siano in versione invernale, appena potati o avvolti tra i fiori di primavera!
Buona passeggiata per l’oliveto detto “la Cappella”, disposto proprio sopra al nostro frantoio, deposito e imbottigliamento. Siete in Italia, Liguria, Riviera dei Fiori, provincia di Imperian, alta Valle Impero -detta Valle del Maro-, nel comune di Aurigo!

Ecco il link!



“E pàne nu sun üive…”

E pàne nu sun üive,
e üive nu sun sôdi

20140521-100819-36499563.jpg
Questo proverbio ligure si può tradurre così: “le mignole (fiori dell’olivo) non sono olive, le olive non son soldi.”

Come dire, ora abbiamo gli alberi carichi di fiori. Speriamo facciano tante olive (l’impollinazione avviene col vento), che le olive siano belle e sane (vi ricordo che non utilizziamo prodotti di sintesi per combattere la mosca olearia) e che voi possiate gustare tanto buon olio extra vergine di oliva taggiasca Tèra de Prie 🙂

Nicola



Le olive in mano

Vedi l’albero crescere ed aspetti almeno tre anni per vedergli fare le prime gemme.
Concimi il terreno e poti la chioma, accudendolo stagione dopo stagione.
Sorridi allo sbocciare dei fiori, detti mignole.
Aspetti il vento che si occuperà dell’impollinazione.
Scopri le prime olive, le guardi crescere e cambiare colore.
Stendi le reti e raccogli.
Ti abbassi e con la mano prendi il frutto della terra, dell’acqua, del sole e del tuo lavoro.
olive taggiasche biologiche appena raccolte dalla Valle del Maro
Sapete cosa sono? Si chiamano “soddisfazioni” 🙂



Quanti anni hanno gli olivi?

Una domanda che mi viene posta spesso: quanti anni hanno gli olivi?
“Il tronco avrà trenta o quarant’anni” rispondo. Poi basta contare gli anelli nel legno. C’è sempre una grande macchia scura che ricorda la gelata del 1985.
Alberi d'olivo in Aurigo
“…ma le radici possono avere cento, duecento, trecento anni”.
Quando il fusto principale inizia a mostrare i segni del tempo, si alleva un nuovo pollone e il vecchio albero viene tagliato alla base. Le radici sono antichissime. Potrebbero essere ancora quelle dei primi olivi piantati nella Valle del Maro, quasi millenarie quindi.



Il tuo carrello

Contatta l’Azienda Agricola

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio


Ci autorizzi ad inviarti offerte e informazioni

Trascrivi
captcha
in questo riquadro

Selezionando il pulsante "Invia" dichiari di aver letto e accettato i termini del servizio in riferimento alla legge sulla privacy 196/2003

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Qui puoi leggere la nostra Privacy e Cookie Policy. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi